Non ho più attacchi di panico ma ora ho extrasistoli.

Domande e RisposteCategoria: Attacchi di panicoNon ho più attacchi di panico ma ora ho extrasistoli.
Utente Anonimo ha scritto 5 anni fa

Gent.mo Dott. D’Alessandro,

premettendo che sono un soggetto ansioso ed ho sofferto di attacchi di panico per circa due anni ma a fasi alterne, adesso il mio problema è che sono afflitto da extrasistoli a volte anche molto frequenti. Ovviamente ho fatto ripetutamente tutti gli accertamenti del caso e la risposta è sempre la stessa. Ho un cuore sanissimo e le extrasistoli sono di natura psicologica.

Vorrei sapere se lei può trattare anche questo tipo di disturbi perchè sono assolutamente intenzionato e convinto a LIBERARMENE DEFINITIVAMENTE, visto che spesso sono state proprio le extrasistoli a provocarmi soprattutto quando mi trovavo lontano da casa l’insorgere degli attacchi di panico.

La ringrazio anticipatamente per la risposta che cortesemente vorrà darmi.

Massimo

1 Risposte
Paolo D'Alessandro Staff ha risposto 5 anni fa

Caro Massimo,

lei mi chiede se è possibile eliminare le extrasistole (che sono contrazioni che avvengono prima o dopo il normale battito cardiaco) perché le hanno detto che sono di natura psicogena, ma forse potrebbe vedere il problema anche da un’altra angolazione. In effetti le extrasistole, di tanto in tanto, le possono avere tutti. Solo che di solito questo non costituisce un problema: la persona ne prende atto, o non se ne accorge proprio, forse fa un colpo di tosse o si ferma un attimo e subito dopo continua a fare quello che stava facendo.

Il problema nasce dall’interpretazione di quel segnale (l’extrasistole) e dalla sua associazione con l’attacco, non dal segnale in sé.

La natura psicologica del fenomeno invece è da imputare al fatto che come sempre nei disturbi d’ansia e di panico in particolare, temere una reazione del proprio corpo contribuisce a far sì che questa avvenga.

In altre parole invece di pensare che dovrebbe eliminare definitivamente le extrasistole, dovrebbe cercare di eliminarne l’ansia associata. Per esempio accettando le extrasistoli, invece che allarmarsi. Ed è così che poi potrà eliminarle del tutto.