Attacchi di panico: 

Un problema molto serio.

Sei stanco di non poter avere una vita normale?

  • Non puoi andare dove vuoi senza avere paura.
  • Non puoi fare quello che fanno tutti gli altri.
  • Temi che anche il lavoro ne possa risentire.
  • Hai consapevolezza che la tua non è più una vita.
  • Cominci a pensare che non puoi continuare così.

Ciao, sono Paolo D'Alessandro. Sono Psicologo e Psicoterapeuta,

specializzato in Attacchi di Panico e problemi derivati.

Come combatti i tuoi attacchi di panico? Conosci questi rimedi che le persone di solito usano per combatterli?

Ecco un breve elenco dei metodi comunemente adottati contro gli attacchi di panico non appena si sentono le prime avvisaglie di ansia.

Metodo numero 1: ​Si prende un telefono e si chiama qualcuno. Può essere un conoscente o una persona fidata che, di solito, sa del problema.

Metodo numero 2:​ Si interrompe quello che si sta facendo per paura che il panico possa svilupparsi e guadagnare terreno.

Metodo numero 3: ​Si pensa "Se riesco ad evitare tutte le situazioni che mi causano un attacco di panico, allora starò al sicuro" e si cerca di vivere nei confini di queste limitazioni.

Attenzione! Nessuno di questi metodi funziona. Sia l'esperienza clinica, sia l'esperienza delle persone che soffrono di panico da tanti anni dimostra che nessuno di questi rimedi si sono rivelati utili a lungo andare.

I metodi sopra citati, pur essendo usati da tantissime persone, momentaneamente dànno una sensazione di sollievo dall'ansia, ma in realtà non fanno che peggiorare la situazione col tempo.

Solo perché la paura è la risposta più istintiva non vuol dire che sia un bene.

La paura è una risposta dell'organismo del tutto naturale. È utile e serve a proteggerci dai pericoli. Sta lì da migliaia di anni e ce l'hanno anche gli animali. Anche se oggigiorno i pericoli del vivere quotidiano non sono paragonabili a quelli dei nostri antenati preistorici, la paura è utile anche adesso.

A patto, però, che sia generata da uno stimolo reale, non immaginario. Gli attacchi di panico sono generati sempre da stimoli mentali, almeno inizialmente.

In seguito ad un segnale di pericolo improvviso (un forte rumore, una caduta, un trauma fisico, una minaccia di altro genere) la risposta giusta sarebbe la paura per il tempo in cui dura lo stimolo, o poco più, non l'ansia né, tantomeno, l'attacco di panico.

I principali pensieri che attraversano la mente di chi soffre di attacchi di panico

  • Potrei morire con un attacco di panico
  • posso morire per soffocamento
  • sto avendo un infarto
  • ho paura di svenire
  • sto diventando matto
  • sto perdendo il controllo
  • sto perdendo il contatto con la realtà
  • sono così debole che appena mi muovo crollo
  • sono certo che verrò umiliato

Esistono molte psicoterapie che promettono di risolvere tutti i problemi

La maggior parte delle psicoterapie ha un insieme più o meno rigido di assiomi teorici in cui cerca di far rientrare tutta la psiche di tutti gli individui.

La psicoterapia cognitivo-comportamentale e l'ipnosi forniscono moltissime tecniche buone un po' per tutte le situazioni, ma solitamente trattano tutti i problemi, senza essere veramente specializzati nella cura degli attacchi di panico

Di recente un mio paziente mi ha detto: "Dottore, lo sa che molti psicoterapeuti scrivono di essere specializzati nella cura degli attacchi di panico? Poi però se si continua a leggere si vede che sono anche specializzati nel curare tutti i disturbi d'ansia, la depressione, i problemi sessuali... Ma se si è specializzati in così tante cose si può ancora chiamare specializzazione?" Io ho risposto che non lo sapevo.

Comunque è pur vero che bisogna vedere anche l'insieme di metodologie che si usano per curare un disturbo psicologico. Quando uno psicoterapeuta aderisce ad una scuola di psicoterapia, e lo fa come la scuola prescrive, è legato alla cornice dell'approccio scelto. Insomma, il suo approccio, per quanto possa essere ricco e complesso, taglia sempre fuori tutte le metodologie degli altri approcci, che magari per certi sintomi, come gli attacchi di panico, potrebbero essere migliori.

Se lo psicoterapeuta tratta gli attacchi di panico come se fosse un sintomo qualsiasi, ben presto, la cura si rivelerà insufficiente, perché anche se gli attacchi possono diminuire subito dopo la fine del trattamento, già nel medio periodo tendono a ritornare e, quando lo fanno, solitamente sono più forti di prima.

Se invece si prescinde dal singolo approccio teorico che una determinata scuola psicoterapeutica offre, lo psicoterapeuta è libero di spaziare tra tantissime tecniche e metodologie e applicare di volta in volta quelle che ritiene migliori per un individuo.

​Un approccio del genere, detto eclettico, consente di occuparsi degli attacchi di panico, e dei motivi che ci stanno dietro, scegliendo le tecniche più efficaci dalle varie psicoterapie, per meglio arrivare all'obiettivo che ci si pone.

Solo un approccio non-teorico è in grado di prendersi cura completamente sia dell'individuo sia della sua richiesta, privilegiando la cura degli attacchi di panico oltre ai problemi di cui il paziente non è ancora del tutto consapevole, alla teoria della scuola di psicoterapia di appartenenza.

È tempo che ci sia una 

Psicoterapia Specifica per gli Attacchi di Panico

Da circa 10 anni tratto per lo più persone che hanno attacchi di panico o l'ansia che può trasformarsi in panico. A volte il panico è uno dei tanti sintomi evidenti, a volte è l'unico, al 90% o più questo è il sintomo principale delle persone che sono venute da me. Questo, da un punto di vista clinico, mi dà una prospettiva privilegiata su questo sintomo.

Ma penso che si possa fare di più, così ho iniziato (con ottimi risultati) ad insegnare un metodo per continuare il lavoro terapeutico in autonomia, a casa propria. Questo metodo è basato su un tipo di focalizzazione del pensiero che produce un effetto simile alla trance. L'ho chiamato visualizzazione auto-guidata.

Molto più che una semplice PSICOTERAPIA 

La psicoterapia specifica per gli ATTACCHI DI PANICO

Negli ultimi 10 anni ho messo a punto il mio metodo multi-approccio, specifico per gli attacchi di panico

Le normali psicoterapie, anche quelle orientate al sintomo, hanno lo scopo di cercare di far guarire il paziente durante la terapia, e se il sintomo si ripresenta dopo la fine della terapia, questa dovrebbe ricominciare.

La psicoterapia specifica per gli attacchi di panico, invece, ha lo scopo di insegnare una metodologia semplice al paziente, in modo che possa continuare a esercitarla da solo, in completa autonomia, se lo desidera.

Ecco quello che otterrai venendo in cura da me:

  1. Imparerai cosa sono davvero gli attacchi di panico e come trattarli: attraverso l'uso di metafore personalizzate potrai finalmente comprendere cosa fare durante un attacco di panico.
  2. Imparerai l'uso di tecniche specifiche da applicare in autonomia: potrai mettere in pratica la tua abilità a procedere in autonomia. Quando sarai pronto potrai scegliere di procedere da solo in completa autonomia usando la visualizzazione auto-guidata.
  3. Avrai l'opportunità di farti rimborsare l'ultima seduta: se per qualsiasi motivo una sessione non dovesse soddisfarti, potrai farti rimborsare l'intero costo della seduta entro 14 giorni.
Dr. Paolo D'Alessandro - Attacchi di panico

Quello che farai durante e dopo la Psicoterapia Specifica per gli Attacchi di Panico

Ti insegnerò a vedere gli attacchi di panico in maniera diversa da come probabilmente fai adesso. Questa idea ti guiderà come una bussola e saprai sempre qual'è la cosa giusta da fare in ogni momento riguardo il panico e l'ansia che lo precede. A un certo punto sarai in grado di utilizzare le tue risorse per elaborare immagini e strategie per guarire dagli attacchi di panico, allenandoti per conto tuo come uno sportivo si allena per vincere una competizione sportiva.

Userai modelli di riferimento per gli attacchi di panico come non hai mai fatto prima

Imparerai cosa sono in realtà gli attacchi di panico e come devi trattarli

Userai la tua mente creativa per elaborare informazioni e immagini ed usarle a tuo favore

Esistono molte tecniche e strategie per affrontare gli attacchi di panico: alcune sono standard, altre possono essere cucite addosso a ciascuna persona

Dalla psicoterapia cognitivo-comportamentale ho preso tante tecniche per tenere a freno i pensieri dannosi, desensibilizzare le parti più delicate della psiche, disinnescare le situazioni più esplosive ed altre.

Dall'ipnosi uso moltissime tecniche sulla suggestione ed autosuggestione, metafore per comunicare con l'inconscio, programmare il comportamento, potenziare le tecniche cognitivo-comportamentali.

Dalla psicoterapia strategica, poi,​ ci sono le prescrizioni paradossali e le domande strategiche.

Cosa dicono le persone della mia psicoterapia degli attacchi di panico

John Doe UI/UX Designer

“mi sono riappropriata della mia vita, dei miei sogni, dei miei progetti”

“Volevo fare un ringraziamento al dott. D’Alessandro per avermi aiutata a superare gli attacchi di panico che da anni mi rendevano la vita difficile arrivando alla fine a evitare di uscire da casa se non in compagnia e a vivere giorni d’inferno come in un incubo dal quale non ti svegli mai.

Oggi, a distanza di tempo, mi sono riappropriata della mia vita, dei miei sogni, dei miei progetti e della voglia di vivere che tutti noi dovremmo avere."

Fabiana

“sono riuscito a diminuire, fino ad escludere, l’uso dei farmarci”

“Ho trovato nelle sedute di psicoterapia svolte con il dottor D’Alessandro la possibilità di acquisire consapevolezza di me stesso, ciò che in precedenza percepivo come una malattia era in realtà solo una parte di me. Grazie alle sedute di psicoterapia sono riuscito a diminuire, fino ad escludere, l’uso dei farmarci e ad affrontare gli attacchi di panico facendo ricorso alle risorse già presenti in me.

Un percorso di riflessione interiore e scelte che consiglio a chi come me ha problemi di attacchi di panico da diversi anni e che pensa di convivere con una malattia incurabile. La risposta è dentro di noi, va solo trovata la chiave di lettura di quelli che sono i messaggi che ci invia la nostra mente e il nostro corpo, tutto questo è possibile grazie all’aiuto di una guida quale il dott. D’Alessandro lo è stata nel mio caso.

Mille grazie dottore per gli strumenti che mi ha consentito di scoprire e che mi ha insegnato ad usare.”

Marco
John Doe UI/UX Designer
John Doe UI/UX Designer

“oggi sto bene e vivo una vita normale”

Volevo ringraziare il dottor D’Alessandro per avermi aiutata a superare un momento delicato della mia vita… oggi sto bene e vivo una vita normale.

Elisabetta

Chiama adesso per fissare un appuntamento

Se vuoi un metodo da applicare anche per conto tuo, se vuoi avere la garanzia "soddisfatti o rimborsati", se vuoi fare una psicoterapia specifica per gli attacchi di panico, chiama adesso per fissare un appuntamento con me nel mio studio a Roma (Metro San Paolo).

Paolo D'Alessandro​

paolo d'alessandro

100% Garanzia 

Soddisfatti o rimborsati

Se non siete soddisfatti per qualsiasi motivo, potete richiedere il rimborso entro 14 giorni, a partire dal 5° giorno dopo la seduta.


Paolo D'Alessandro
Psicologo Psicoterapeuta

Roma​

Riguardo me

Diversi anni fa, più o meno nel 2006, scrissi alcuni articoli sugli attacchi di panico e dopo poco cominciai a ricevere moltissime telefonate di persone con questo problema. Io mi ero precedentemente laureato in Psicologia in un indirizzo in cui si studia molto la ricerca e la teoria cognitivo-comportamentale, e più in là, come corso di specializzazione, avevo intrapreso la scuola di ipnosi. 

All'inizio cercavo di restare all'interno di quanto mi era stato insegnato nella scuola di specializzazione (in Ipnosi e Psicoterapia Ericksoniana), ben presto, però mi accorsi che gli attacchi di panico sono un disturbo molto particolare, rispetto agli altri sintomi.

Se si cerca di applicare procedure standard, uguali per tutti, non solo non si fanno passare gli attacchi di panico, ma dopo qualche tempo dalla fine del trattamento, questi solitamente ritornano, anche più forti di prima. Anche se gli attacchi di panico, per come si manifestano, sembrano accomunare tutti coloro che ne soffrono, in realtà non esiste una persona uguale ad un'altra. Studiai il problema della particolarità di questo sintomo per diverso tempo e alla fine arrivai alla soluzione: la psicoterapia specifica per gli attacchi di panico.

Studio in zona Parioli

Studio in zona San Paolo

Vantaggi e svantaggi delle varie soluzioni

Oltre alle persone che non cercano più di combattere gli attacchi di panico, le persone hanno fondamentalmente tre strade: provare con i rimedi naturali, come la Valeriana, i fiori di Bach, eccetera, usare i cosiddetti "psicofarmaci" tipo benzodiazepine o antidepressivi o andare in psicoterapia. Ma attenzione: c'è psicoterapia e psicoterapia...

Rimedi naturali

  • Tutte le limitazioni degli attacchi di panico più quella di dover portare sempre con sé il rimedio naturale prescelto
  • Inefficaci sia a breve che a lungo termine
  • Funzionano in maniera blanda solo finché non vengono messi in discussione da un attacco molto forte.
  • Mentre per qualcuno, pochi, l'effetto placebo che accompagna i rimedi naturali funziona, almeno in una fase iniziale, Per la maggior parte delle persone questi rimedi non funzionano affatto.

Farmaci

  • Dànno assuefazione: ci si abitua a prenderli e l'organismo li richiede anche se non è presente lo stimolo ansiogeno
  • Dànno tolleranza: è necessaria una quantità sempre maggiore per avere lo stesso effetto.
  • Gli antidepressivi solitamente rendono il soggetto più intontito e possono inibire il desiderio sessuale.
  • Gli ansiolitici rendono il soggetto meno reattivo.
  • Di fatto fanno evitare al soggetto di affrontare i suoi problemi, rendendo così il sintomo cronico.

Altre psicoterapie

  • Al termine del trattamento, se il sintomo ricomincia, il soggetto deve ritornare in terapia.
  • Le terapie che promettono un numero preciso di sedute non possono andare bene con tutti, perché ogni individuo è unico.
  • Alcune tecniche, soprattutto quelle brevi, possono rendere il sintomo cronico.
  • Molti approcci psicoterapeutici durano anni mentre il soggetto continua a soffrire sempre di attacchi di panico.
  • Se il soggetto non è soddisfatto della terapia non può fare niente.

Psicoterapia per gli attacchi di panico

  • Al termine del trattamento, il soggetto possiede già un'insieme di risorse da applicare per mantenere i risultati fintanto che non consolida il nuovo stato.
  • Un insieme di tecniche affinate in oltre 10 anni di trattamento specifico sugli attacchi di panico permette di cucire addosso al paziente una terapia personalizzata.
  • Tutte le tecniche e le metafore usate sono volte a ridimensionare gli attacchi di panico fino a farli scomparire.
  • La psicoterapia specifica per gli attacchi di panico non dura anni, casomai mesi, per la risoluzione del sintomo.
    • Primo incontro gratuito, per conoscersi senza rischiare nulla.
Attacchi di panico - Paolo D'Alessandro

Ecco cosa ottieni se vieni a fare psicoterapia da me

  • Il primo incontro è gratuito così mi puoi conoscere senza impegno
  • Un nuovo modo di vedere gli attacchi di panico che ti farà da bussola anche nel bel mezzo di una crisi
  • Un sistema basato sull'allenamento individuale che potrai fare anche per conto tuo dopo la fine del trattamento
  • Il monitoraggio dei progressi con un sistema di autovalutazione
  • Un metodo di visualizzazione auto-guidata originale che potrai utilizzare per combattere gli attacchi di panico.
  • Le conoscenze di base per applicare la visualizzazione auto-guidata anche per altri obiettivi.

Chiama subito per assicurarti un appuntamento in uno dei miei studi di Roma (Parioli o San Paolo). La mia agenda ha un limite!

Domande Frequenti

Come funziona questa psicoterapia?

Quanto dura la cura?

Posso illustrare il mio problema per telefono così evito di venire nel caso in cui capisco che la vostra soluzione non fa per me?

Quanto costa una seduta e quanto è lunga?

Come funziona il primo incontro?


P.S.: La mia agenda è limitata, anche se stai leggendo questa pagina non è detto che ci siano ancora spazi liberi. Potrebbe esserci una lista d'attesa, ma prima telefoni, prima potrai venire.


Se hai Attacchi di Panico e vuoi tentare di risolverli autonomamente,

chiama questo numero per prendere un appuntamento con me